Seguici sui social!


Circolo Legambiente Montalbano

 

Telefono  327 7638797

cea calanchi montalbano basilicata

CIRCOLO LEGAMBIENTE

 

MONTALBANO

Rinnovato il Direttivo del Circolo Legambiente di Montalbano

Nei giorni scorsi l’assemblea del Circolo Legambiente di Montalbano che, tra i Circoli lucani, è secondo per numero di soci solo a quello di Potenza, ha rinnovato le cariche associative e nominato il nuovo Direttivo che guiderà l’associazione montalbanese per i prossimi 4 anni.
Nel segno della continuità, ma con maggiore spazio ai giovani che in questi anni si sono impegnati proficuamente nell’associazione, i soci hanno eletto nel Direttivo: Arturo Caponero, Mariantonietta Ciancia, Mario D’Alcantara, Nunzia Giannuzzi, Maurizio Mastronardi, Maurizio Rosito, Mario Stigliano.
Come da statuto, nella prima riunione il nuovo Direttivo ha assegnato le cariche tra i componenti.

E’ stato nominato presidente Maurizio Rosito, 32 anni, laureato in Economia, specializzatosi come tecnico di politiche territoriali ed urbane, che dopo un periodo di servizio civile con Legambiente ha maturato esperienza pluriennale nel settore dell’educazione ambientale, è attualmente responsabile del Centro di educazione ambientale “I Calanchi”, è guida escursionistica, lavora presso l’Oasi WWF “Bosco Pantano” di Policoro, è nella Segreteria regionale di Legambiente e, per conto dell’associazione, segretario nel Comitato dell’ATC A di Matera.

Vicepresidente Arturo Caponero, già presidente del Circolo dalla sua fondazione, anch’esso componente della Segreteria regionale di Legambiente. Mario Stigliano è stato riconfermato tesoriere mentre Mariantonietta Ciancia, per la prima volta nel Direttivo come pure Mario D’Alcantara, è stata nominata segretaria.

Il Circolo, fondato nel 2001, ha da subito aderito per statuto a Legambiente Nazionale, condividendone obiettivi e azioni. Dalla sua nascita il Circolo è impegnato nella sensibilizzazione locale per la promozione di una cultura ambientale, secondo il motto di Legambiente “pensare globalmente, agire localmente”.

Oltre che per campagne sensibilizzazione ambientale, il Circolo in questi anni ha lavorato attivamente per la presa di coscienza dei danni ambientali delle attività estrattive in Basilicata, per la corretta gestione della raccolta differenziata e per la salvaguardia e la valorizzazione di due rilevanti siti naturalistici: il Bosco di Andriace e il Geosito dei Calanchi, quest’ultimo diventato Riserva regionale dal 2011.

Il Circolo, inoltre, gestisce da diversi anni in collaborazione con il Comune, un Centro di educazione ambientale (CEA) nel Centro storico, in cui impegna annualmente tre unità del servizio civile volontario.

Al nuovo Direttivo ed al neo Presidente l’augurio di buon lavoro da parte di tutti i soci del Circolo.


Comunicato stampa - Montalbano Jonico 18/07/2016

 

Un anno di servizio civile con Legambiente.

 

Pubblicato il bando:

 

NUOVA SCADENZA 8 LUGLIO 2016 ore 14:00 

 

Info...

 

Ecotassa”, finalmente ci siamo?

 

Legambiente Basilicata Onlus: “Auspichiamo che la legge questa volta venga attuata.

Un passo importante per una gestione virtuosa del sistema rifiuti in Basilicata”

 

 

Torna in consiglio regionale con un emendamento la legge regionale sull’ecotassa, da noi più volte proposta e presentata ufficialmente lo scorso anno in occasione dell’ultima edizione di Comuni Ricicloni. Della legge - già approvata nella finanziaria regionale dello scorso anno con conseguente scadenza, all’epoca, dei 60 giorni per la sua formulazione in dettaglio - si è persa poi traccia. “Auspichiamo adesso – afferma l’associazione – che l’iter prosegua e la legge diventi finalmente realtà”.

 

Chi inquina paga” è il principio cardine della normativa ambientale comunitaria che deve valere non solo per il sistema di tariffazione puntuale per i cittadini e le aziende che producono rifiuti, ma anche per quei Comuni che ancora oggi non sono riusciti a mettere in pratica politiche efficienti per la raccolta differenziata e il riciclaggio. La decisione spetta alle Regioni che sullo smaltimento in discarica possono utilizzare la leva economica per aumentare i costi utilizzando quanto previsto dalla legge sull’ecotassa del 1995. Come? Rimodulando l’attuale ecotassa, che oggi con una quota fissa di 7 €/tonnellata mette sullo stesso piano tutti i comuni lucani.

 

La norma regionale, come da noi richiesto, modulerà il tributo speciale per lo smaltimento in discarica in base a un criterio di premialità proporzionale al raggiungimento degli obiettivi di legge in termini di percentuale di raccolta differenziata finalizzata al riciclo o di penalità per chi invece continuerà ad avviare elevati quantitativi di rifiuti indifferenziati a smaltimento. L’alto costo di conferimento e la modulazione dell’ecotassa contribuiranno così a disincentivare l’utilizzo delle discariche e favorire le raccolte differenziate. In questo modo i Comuni, dopo un investimento iniziale sul porta a porta, potranno beneficiare di una riduzione dei costi sia in termini economici che ambientali e usufruendo dei corrispettivi previsti dall’accordo ANCI – CONAI sul materiale mandato a recupero spostare la voce di spesa dal “fosso” alle risorse umane.

 

Riteniamo che sia questa una maniera efficace per premiare i Comuni virtuosi che in questi ultimi anni hanno raggiunto lusinghieri risultati in termini di gestione dei rifiuti e per stimolare, puntando anche sul fattore economico, i Comuni che si attardano ad attivare un moderno sistema di gestione dei rifiuti basati sul recupero dei materiali che riduce in maniera drastica il ricorso all’uso della discarica.

 

Di Ecotassa e della situazione regionale discuteremo il prossimo 18 febbraio con la presentazione a Potenza e a Pisticci della nuova edizione del dossier Comuni Ricicloni.

 

 

 

 

 

Marco De Biasi nominato componente della segreteria nazionale

Gli auguri di Legambiente Basilicata Onlus

 

 

 

Esprimiamo grande soddisfazione per la nomina di Marco De Biasi come componente della segreteria nazionale di Legambiente. Si tratta di un riconoscimento importante, frutto dell’ottimo lavoro portato avanti in questi anni.

 

Si apre così una nuova fase per l’associazione in Basilicata, che la vede sempre più protagonista delle battaglie locali dal respiro nazionale: dal petrolio alla questione energetica in generale, dal rischio idrogeologico alla difesa del territorio e alla salvaguardia della biodiversità fino alla sfida di ScamBioLoGico, un negozio di prodotti biologici e a chilometro zero ma anche luogo di scambio e condivisione che sta prendendo forma all’ex scalo merci di Potenza superiore.

 

 

La Legambiente augura pertanto buon lavoro a Marco De Biasi che rafforza così l’impegno associativo che lo ha da sempre contraddistinto.

 

 

 

 CAMPAGNA TESSERAMENTO 2016!

 

Diventa anche tu un cittadino attivo nella difesa dell'ambiente, nella salvaguardia del territorio e nella protezione dei beni culturali. Aiutaci ad organizzare campagne di sensibilizzazione sulla questione rifiuti, realizzare eventi per la cittadinanza e valorizzare la Riserva Regionale dei Calanchi.

 

Sostieni le nostre attività diventando SOCIO.

Scopri come fare nella sezione "Il Circolo" sotto menù "Tesseramento".

 

Inaugurato il primo CARTELLO TURISTICO sulla RISERVA DEI CALANCHI DI MONTALBANO

Inaugurato il primo CARTELLO TURISTICO sulla RISERVA DEI CALANCHI DI MONTALBANO,

in occasione del Convegno divulgativo sull'importanza scientifica del Geosito tenuto nel paese jonico il 15/10/2014, nell'ambito del "International Field-Workshop on Lower-Middle Pleistocene Transition in Italy".

Presto vedremo i cartelli, in italiano e inglese, nei punti panoramici della Terra vecchia che si affacciano sui calanchi.

Sito denuclearizzato